Corsi

Queste sono soltanto alcune indicazioni generali, per il programma specifico ed attuale occorre consultare la guida dello studente.

Informazioni sull’insegnamento di Filosofia Teoretica

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/03

Titolo del corso: L’essenza della religione

CFU: 6

Durata: 36 ore

Periodo: II semestre
Sede: Urbino

Docente: RINALDI GIACOMO

Obiettivi formativi

Il corso di quest’anno si propone di esporre, in forma sommaria ma esaustiva, le linee fondamentali della concezione filosofica della religione. La molteplicità reale delle sue manifestazioni storiche viene concepita e giustificata come la manifestazione dinamica di un principio spirituale unitario, l’autocoscienza infinita dello spirito umano. Quest’ultima produce, per una necessità essenziale inerente nella sua stessa essenza, l’intera sfera della religione nella misura in cui procede ad esplicare l’unità e totalità dell’Assoluto nella forma della rappresentazione (sentimento, immaginazione, fede). Contrariamente a quanto sostengono i fautori dell’ateismo contemporaneo (in specie Feuerbach, Marx, Nietzsche e Freud), l’essenza della religione non può esser dunque ridotta ad una mera alienazione dell’uomo reale, sebbene l’antinomia, in essa immanente e di essa costitutiva, tra la forma finita e soggettiva della rappresentazione e l’infinita oggettività del divino renda inevitabile la sua finale dissoluzione e risoluzione nell’attività logico-etica dello spirito e nella sua adeguata autocoscienza nella forma del concetto puro, cioè nella filosofia. Particolare attenzione verrà perciò dedicata all’analisi del rapporto tra la concezione morale del mondo, essenzialmente inerente nelle forme superiori di religione (e specialmente nel Cristianesimo), e quella teorizzata dal pensiero filosofico.

Programma

I. Filosofia e religione. II. I presupposti sistematici della Filosofia della religione. III. La struttura della Filosofia della religione. IV. La religione e le religioni. V. Il concetto dello spirito. VI. Dio. VII. Teismo, ateismo, panteismo. VIII. L’essenza della rappresentazione religiosa. IX. La creazione. X. La personalità di Cristo. XI. L’essenza del culto. XII. Certezza e verità della salvezza. XIII. Formazione, evoluzione e dissoluzione del Cristianesimo. XIV. Il Cristianesimo e la concezione morale del mondo. XV. Etica e religione.

Eventuali propedeuticità. buona conoscenza della problematica della Filosofia della religione.

Risultati d’apprendimento previsti e competenze da acquisire:
capacità di comprendere il contenuto e la forma del pensiero filosofico.

Modalità didattiche, obblighi, testi di studio e modalità di accertamento per studenti frequentanti

Modalità didattiche del corso: lezioni frontali

Obblighi: frequenza ad almeno 3/4 delle ore di lezione.

Testi di studio

G. Rinaldi, Ragione e Verità. Filosofia della religione e metafisica dell’essere, Roma, Edizioni Goliardiche 2010 (obbligatorio)

G. Rinaldi, Teoria etica, Trieste, Edizioni Goliardiche 2004 (obbligatorio)

Lo studente potrà concordare col docente le parti da portare all’esame.

Modalità di accertamento: esame orale; eventualmente tesine di approfondimento.

Modalità didattiche, obblighi, testi di studio e modalità di accertamento per studenti NON frequentanti

Modalità didattiche: studio dei testi indicati nel Vademecum

Obblighi: iscrizione all’esame

Testi di studio

G. Rinaldi, Ragione e Verità. Filosofia della religione e metafisica dell’essere, Roma, Edizioni Goliardiche 2010 (obbligatorio)
G. Rinaldi, Teoria etica, Trieste, Edizioni Goliardiche 2004 (obbligatorio)

Uno a scelta dei seguenti testi classici:

B. Spinoza, Trattato teologico-politico, a cura di A. Droetto, Torino, Einaudi 1980 (o ed. successive)

I. Kant, La religione nei limiti della semplice regione, Bari, Laterza 2004 (o ed. successive)

G.W.F. Hegel, Lezioni di filosofia della religione, a cura di S. Achella, Napoli, Guida 2008, Vol. 1.

Lo studente potrà concordare col docente le parti da portare all’esame.

Modalità di accertamento: esame orale

Informazioni sull’insegnamento di Filosofia Morale

Settore scientifico disciplinare: M-FIL/03

Titolo del corso: Fondazione e sistema dell’Eticità

CFU: 6

Durata: 36 ore

Sede: URBINO

Docente: RINALDI GIACOMO

Obiettivi formativi

Il corso si propone di delineare il concetto, il metodo, i principi fondamentali e la struttura della Filosofia morale. Essa viene concepita, con Hegel, come una dottrina speculativa dello spirito oggettivo, e perciò la sua trattazione si articola in un’analisi del fondamento razionale del mondo morale, svolta nella prima parte del corso, e in una esplicazione sistematica della sua realizzazione concreta nelle sfere spirituali del diritto astratto, della moralità individuale e delle relazioni intersoggettive dell’eticità, che verrà sviluppata nella seconda parte. A differenza di quanto sostenuto dalle tendenze antimetafisiche del pensiero contemporaneo, le analisi accennate mostreranno con evidenza che la teorizzazione del mondo morale richiede il chiarimento dei suoi imprescindibili presupposti metafisici. Sorge così l’esigenza, che la terza parte del corso si propone di soddisfare, di un’analisi del concetto e della problematica della “metafisica”. La tesi fondamentale, che a tale proposito verrà formulata, articolata in dettaglio e difesa, è che la concezione tradizionale, scolastica e dogmatica della metafisica, che viene ai giorni nostri riproposta dalla cosiddetta “metafisica dell’essere”, non appare più accettabile, e che un’adeguata fondazione dei presupposti metafisici dell’Etica può aver luogo solo nell’ambito dell’opposta prospettiva della “metafisica della mente”, cioè di una filosofia dell’autocoscienza infinita.

Programma

I,1: L’idea della Filosofia. I,2: Carattere e limiti della Filosofia morale. I,3: Lo spirito oggettivo come oggetto della Filosofia morale. I,4: Lo spirito oggettivo come identità assoluta di pensiero e volontà. I,5: Il principio etico come legge morale o dovere incondizionato. I,6: Libertà ed autonomia del volere. I,7: Diritto astratto, Moralità, Eticità. I,8: Il Bene e il male.

II,1: L’oggettivazione del volere nel mondo sensibile. II,2: Proprietà e contratto. II,3: Intersoggettività e società. II,4: I fondamenti normativi dell’economia politica. II,5: Diritto penale ed amministrazione della giustizia. II,6: Teoria dei doveri determinati. II,7: Teoria dello Stato come supremo organismo etico. II,8: Etica e religione.

III,1: I presupposti metafisici dell’Etica. III,2: Gnoseologia e metafisica. III,3: Il concetto metafisico di Dio. III,4: La concezione metafisica della natura. III,5: L’anima, la persona e la storia. III,6: Dalla metafisica dell’essere alla metafisica della mente.

Eventuali propedeuticità: risultati d’apprendimento previsti e competenze da acquisire: buona conoscenza della problematica della Metafisica e della Filosofia morale.

Modalità didattiche, obblighi, testi di studio e modalità di accertamento per studenti frequentanti: lezioni frontali

Obblighi: partecipazione ad almeno tre quarti delle ore di lezione.

Studio individuale dei testi indicati.

E’ consigliabile concordare col docente le parti da studiare.

Testi di studio

Rinaldi, G., Teoria etica, Edizioni Goliardiche, Trieste, 2004 (obbligatorio)

Rinaldi, G., Ragione e Verità. Filosofia della religione e metafisica dell’essere, Aracne Editrice, Roma, 2010 (obbligatorio)

Modalità di accertamento: esame orale, eventualmente tesine di approfondimento

Modalità didattiche, obblighi, testi di studio e modalità di accertamento per studenti NON frequentanti

Modalità didattiche

Frequenza per meno dei tre quarti delle lezioni.

Obblighi

Studio individuale. Lettura (parziale) dei due testi obbligatori e di uno dei testi a scelta.

E’ consigliabile contattare il docente per precisare le parti dei testi da studiare.

Testi di studio

Rinaldi, G., Teoria etica, Edizioni Goliardiche, Trieste, 2004 (obbligatorio)

Rinaldi, G., Ragione e Verità. Filosofia della religione e metafisica dell’essere, Aracne Editrice, Roma, 2010 (obbligatorio)

Uno a scelta dei seguenti testi di autori classici:

Aristotele, Etica nicomachea, Laterza, Bari, 1999.

Spinoza, B., Etica, Sansoni, Firenze, 1984 (oppure edizioni successive).

Kant, I., Critica della ragione pratica, Laterza, Bari, 2000

Fichte, J.G., Sistema di etica, Laterza, Bari, 1999

Hegel, G.W.F., Lineamenti di filosofia del diritto, Laterza, Bari, 2000

Gentile, G., I fondamenti della filosofia del diritto, Le Lettere, Firenze, 1987

Gentile, G., Genesi e struttura della società, Le Lettere, Firenze, 1994

Modalità di accertamento: Verifica orale